Istituto di Istruzione Superiore di Lonigo
"Rosselli-Sartori"

 
Il 19 aprile 2018 presso la sede Tecnica si è tenuto un interessante seminario rivolto ai nostri studenti della classe 5C - Sistemi Informativi Aziendali - Istituto Tecnico Economico. Interplanet, nostro storico Internet Service Provider, ha offerto la propria disponibilità intervenendo con il funzionario commerciale Alessandro Rizzi e il tecnico Oussama El Idrissi per fornire chiarimenti e approfondimenti sulla rete Internet, sulla sua struttura e i suoi servizi, sulle evoluzioni previste nel prossimo futuro, il tutto con competenza e professionalità apprezzate dagli studenti.

Interplanet 2018 1   Interplanet 2018 2

  Interplanet 2018 3
IMG 20180407 WA00151

Le ragazze dell'ITE di 3A e 3C hanno battuto i ragazzi del Dal Cero e del Guarino, classificandosi al primo posto nella GARA DI LETTURA del libro EPPURE CADIAMO FELICI di Enrico Galiano (vedi la notizia dell'evento)

La gara si è svolta sabato 7 aprile a Soave ed è stata inserita nella FIERA DEL LIBRO che da anni viene organizzata.

 Hanno vinto 200 euro da spendere presso la libreria Bonturi a San Bonifacio, dove si acquisteranno libri per la biblioteca di Istituto. CONGRATULAZIONI!!!!




Logo2018


Dal 5 al 8 aprile nel centro storico del borgo medioevale di Soave (Verona) si svolgerà la quinta rassegna letteraria "Soave Città del Libro e della Cultura". Il prof  scrittore  ENRICO GALIANO  manda il suo saluto e vi dà appuntamento a Soave per sabato 7 aprile alle ore 18.00 per parlare di scrittura, libri, scuola e partecipare al concorso “Parole dentro” a cui parteciperanno alcuni studenti del nostro Istituto.

Ecco il suo video-invito:


Da lunedì 5 a venerdì 9 marzo 2018 gli alunni delle classi 4A e 4B sono stati impegnati in un viaggio di istruzione a Bruxelles. Il programma del viaggio è stato il seguente:
Martedì 6 marzo: mattina dedicata alla visita di Bruxelles (la Grand Place con le vie circostanti ricche di edifici gotici, barocchi e rinascimentali; passeggiata sulla “Comic strip Route”, visita della Città Alta). Pomeriggio: visita dell’Atomium.
Mercoledì 7 marzo: visita del Parlamento Europeo.
Giovedì 8 marzo: visita di Bruges, città patrimonio dell'UNESCO.
Qui sotto alcuni scatti della splendida esperienza!

   
  Viaggio di istruzione a Bruxelles tra cultura e istituzionalità: 
una giornata da europarlamentari!  

  foto bruxelles 1

foto bruxelles 2

foto bruxelles 3

 

Parlamentarium - Haus der Geschichte.
Per una full immersion nella storia europea e nelle istituzioni europee
foto bruxelles 4

 

foto bruxelles 5

 

 

Atomium - dentro a un atomo ingrandito un miliardo di volte per vedere la città dall'alto
foto bruxelles 6

 

In città per assaporare atmosfere, sapori e profumi nuovi.
foto bruxelles 7
foto bruxelles 8
foto bruxelles 9
foto bruxelles 10

 

Bruges - la città mercantile, capitale delle Fiandre, in un pomeriggio di  vento che ha riacceso tutti i colori!
foto bruxelles 11
foto bruxelles 12

La Grand Place come uno scrigno dorato
foto bruxelles 13

Il meritato brindisi finale!
foto bruxelles 14

 

INVALSI 2018 812x491

 

 

Informativa ex art. 13 D. Lgs. n. 196/2003 per il trattamento dei dati personali degli studenti

Decreto legge n. 147/2007, convertito con modificazioni dalle legge n. 176/2007

Direttiva ministeriale n. 85 del 12 ottobre 2012

D.M. del 3.2.2012 - art. 51 c. 2 - (G.U. 9.2.2012) convertito nella legge 35/2012 (G.U. 6.04.2012)

D. Lgs. n. 62 del 13 aprile 2017


Rilevazione degli apprendimenti - anno scolastico 2017/2018


 

Gentile Genitore,

l’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema educativo di istruzione e di formazione (in seguito INVALSI), Ente di ricerca dotato di personalità giuridica di diritto pubblico, in attuazione dei compiti attribuiti dalla normativa vigente e degli obiettivi individuati dalle Direttive del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca n.85 del 12 ottobre 2012 e n.11 del 18 settembre 2014 deve realizzare, nell'anno scolastico 2017-2018, la rilevazione degli apprendimenti degli studenti frequentanti le classi II e V della scuola primaria, III della scuola secondaria di primo grado (Prova nazionale), II della scuola secondaria di secondo grado sia nelle scuole statali sia in quelle paritarie.

La rilevazione, che riguarderà circa 2.100.000 studenti, frequentanti circa 115.000 classi in circa 15.000 scuole, sarà effettuata mediante la somministrazione agli studenti delle predette classi di due prove scritte, riguardanti rispettivamente le discipline "Italiano" e "Matematica". Inoltre agli studenti della classe V della scuola primaria e III della scuola secondaria di primo grado verrà somministrata una prova d’ "Inglese". Per gli alunni delle sole classi campione della II primaria verrà somministrata anche una prova di lettura.

Le prove saranno somministrate dagli insegnanti di classe o da altro docente della scuola appositamente incaricato. In un campione di classi appartenenti a circa 1.400 scuole primarie, circa 1.400 scuole secondarie di primo grado e circa 1.400 scuole secondarie di secondo grado, per garantire la corretta somministrazione delle prove e quindi l’attendibilità dei risultati rilevati, verranno inviati osservatori esterni incaricati di accertare la corretta applicazione del protocollo di somministrazione.

Sui fascicoli contenenti i testi delle prove saranno apposte etichette recanti i codici identificativi della scuola, del plesso, del livello di classe frequentata, della sezione e dello studente.

Lo studente sarà identificato solamente tramite il predetto codice alfanumerico e la chiave di collegamento tra il codice e il nominativo dello studente sarà conosciuta solo dal personale della scuola abilitato a trattare i dati personali degli studenti e, nelle classi campione, dall’osservatore esterno solamente per quanto riguarda le prove.

Per le classi II e V della scuola primaria, le risposte di ogni studente ai quesiti delle prove saranno riportate su un’apposita maschera elettronica. Tali maschere elettroniche, compilate e recanti il solo codice alfanumerico, saranno poi trasmesse all'INVALSI in modo da procedere tempestivamente all’elaborazione dei dati.

Le rilevazioni degli apprendimenti concorrono, secondo la legge, alla valutazione del valore aggiunto realizzato dalle scuole.

Per stimare il valore aggiunto prodotto da una istituzione scolastica e le cause del successo/insuccesso dei suoi studenti è necessario considerare i risultati di apprendimento al netto dei fattori del contesto socio-economico-culturale e degli atteggiamenti e le motivazioni degli studenti medesimi.

Un’ulteriore garanzia della correttezza nel trattamento dei dati personali è oggi assicurata dall’inserimento dell’INVALSI nel Sistema Statistico Nazionale (SISTAN) stabilita con Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 aprile 2016.

Inoltre, alle segreterie delle scuole sarà richiesto di raccogliere una serie di informazioni sugli studenti, e precisamente: origine (italiana o straniera), livello di istruzione e occupazione dei genitori, orario settimanale della classe frequentata, frequenza o meno dell’asilo nido e della scuola dell’infanzia. Tali informazioni verranno riportate dalle segreterie delle scuole su apposite maschere elettroniche e trasmesse direttamente all’INVALSI, con il solo codice identificativo dello studente. In tal modo è garantito il rispetto dell’anonimato dello studente sia per quanto riguarda i risultati delle prove sia per ciò che concerne e le notizie raccolte dalle segreterie delle scuole, in quanto la chiave di collegamento tra il codice e il nominativo dello studente sarà conosciuta solo dall’insegnante della classe o della scuola incaricato della somministrazione e dal personale di segreteria incaricato della trasposizione dei dati sulla maschera elettronica.

Ai sensi della normativa vigente l’INVALSI pubblicherà un apposito regolamento sul trattamento dei dati relativi alla prova computer based collegata all’Esame di Stato conclusivo del primo ciclo d’istruzione.

Ciò premesso, secondo le disposizioni del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196 (Codice in materia di protezione dei dati personali) nel seguito indicato sinteticamente come Codice, si dichiara che il trattamento dei dati personali che riguardano gli studenti sarà improntato al principio di correttezza, liceità e trasparenza e di tutela della Sua riservatezza e dei Suoi diritti.

Ai sensi dell’articolo 13 del Codice, le forniamo, quindi, le seguenti informazioni:

1. i dati personali forniti verranno trattati esclusivamente per le finalità istituzionali dell’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema educativo di Istruzione e di Formazione, e in particolare per l’effettuazione delle "verifiche periodiche e sistematiche sulle conoscenze e abilità degli studenti" previste dall’art. 3 della Legge 28 marzo 2003, n. 53, dall’art. 1 della L.176/2007, dallart. 17 del D.Lgs. 213/2009, dall’art. 51 c. 2 del D.M. del 3.2.2012 (G.U. 9.2.2012) convertito nella legge 35/2012 (G.U. 6.04.2012) e dalla normativa collegata e attuativa delle citate disposizioni;

2. nell’esercizio della predetta finalità istituzionale non verranno raccolti né trattati dati personali definiti come "dati sensibili" o come "dati giudiziari" dal suddetto Codice, fatto salvo quanto di seguito precisato. Le ricordiamo che i dati sensibili sono quei dati personali "idonei a rivelare l’origine razziale ed etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati personali idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale". I dati giudiziari sono quei dati personali idonei a rivelare procedimenti o provvedimenti di natura giudiziaria relativi al processo penale. L’unico dato sensibile riguarda la certificazione di uno studente come disabile o come portatore di specifiche difficoltà di apprendimento; si tratta di dati che la scuola deve già raccogliere per la propria attività istituzionale e nell’interesse stesso di tali studenti (richiesta delle forme di sostegno e delle altre provvidenze previste dalla legge, predisposizione di piani educativi individualizzati, adozione di strumenti dispensativi o integrativi in sede d’esame, adozione di particolari criteri di valutazione e di certificazione degli esiti) e che l’INVALSI riceve in forma anonimizzata per un duplice scopo: a) mettere a disposizione, nel caso di alunni ipovedenti o con particolari disturbi, formati specifici delle prove (es. Braille) o determinati supporti (es. testo della prova in formato audio); b) poter considerare separatamente, se esplicitamente richiesto dal dirigente scolastico, i risultati degli studenti con bisogni educativi speciali e non farli rientrare nella elaborazione statistica dei risultati di tutti gli altri studenti;

3. i dati personali verranno trattati in modo da essere resi anonimi all’esterno e all’interno dell’istituto, immediatamente dopo la raccolta effettuata dalle istituzioni scolastiche. Il codice di accoppiamento tra le informazioni raccolte e l’identificativo della persona è conosciuto solo dal personale docente dell’istituzione scolastica incaricato della somministrazione e dal personale di segreteria incaricato della trasposizione dei dati sulla maschera elettronica e, una volta utilizzato per la predetta funzione, non è ulteriormente utilizzabile;

4. il conferimento dei dati richiesti non è obbligatorio per il genitore;

5. il trattamento sarà effettuato sia con modalità manuali che mediante l’uso di procedure informatiche, nel rispetto delle misure di sicurezza indicate dal Codice;

 

6. il titolare del trattamento è l’Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione, con sede legale in Roma, via Ippolito Nievo 35 - tel. 06-941851.

L’interessato potrà far valere i propri diritti, così come è previsto dall’articolo 7 del Codice, che per Sua comodità riproduciamo integralmente:

Art. 7 (Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti)

 

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere l’indicazione:

a) dell'origine dei dati personali;

b) delle finalità e modalità del trattamento;

c) della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

d) degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

e) dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.

3. L'interessato ha diritto di ottenere:

a) l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

c) l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.

4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

b) al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.

Roma, 12 gennaio 2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 immaginazione guidata

Attività di "Immaginazione guidata" con l'alunno C.R. della classe 2SB per l'a. s. 2017/18 
nell'ambito del Potenziamento della docente di elementi di storia dell'arte e techiche  grafiche..

L'attività grafico-pittorica-manipolativa  ha come scopo quello di espandere la creatività in alunni che posseggono una naturale predisposizione per l'applicazione di varie tecniche artistiche. Alunni che hanno tante sfumature nel loro animo e l'attività artistica diviene per loro un momento estremamente gratificante. In questo caso  l'allievo ha creato un "Libro double face" a fisarmonica, inventato i personaggi, ideato i dialoghi nelle nuvolette e infine...il contenitore , ovvero un sacchettino su cui ha scritto il titolo.

iscrizioni on line 1819
Informiamo che sono stati pubblicati sull'albo on line del sito i criteri di precedenza per l'accoglimento delle domande di ammissione in eccedenza. I criteri sono consultabili anche cliccando sul seguente link: CRITERI ACCOGLIMENTO DOMANDE ISCRIZIONE
tempesta cervelli extLe classi 4AA Abbigliamento e Moda e la 4^B indirizzo Relazioni Internazionali hanno partecipato al progetto “Laboratorio di Start Up- Tempesta di cervelli” promosso da Confartigianato Vicenza: nel corso dell’attività sono emersi più di trenta progetti e fra questi ne sono stati scelti tre che, insieme a quelli dell’Istituto Tecnico Industriale “Marzotto”, parteciperanno alla finale per la selezione delle tre migliori idee d’impresa. clicca qui per ulteriori dettagli

alcune foto dell'evento:
  1       2
  3 5
  6 7
  8 12

even 2017

Alcuni allievi delle classi quarte stanno partecipando all’attività promossa dall’ULSS8 e che ha lo scopo di aumentare le conoscenze nei giovani rispetto alle conseguenze dei comportamenti a rischio in ambito sessuale e nell'uso di alcol; il percorso li prepara al ruolo di Peer Educators (PE) capaci di coinvolgere gli altri studenti del nostro Istituto nelle attività di promozione della salute e della consapevolezza dei comportamenti a rischio.